[vc_row][vc_column][vc_column_text]

Labirinti: i 6 dedali più suggestivi del Veneto

labirinto via veneto.eu

 

Ecco la Top6 dei dedali più affascinanti del Veneto, da visitare per la loro complessità e per il loro inserimento nei parchi di ville scenografiche.

Misteriosi e simbolici, da sempre i labirinti sono considerati metafora della condizione umana. Il Veneto, con le sue ville, è il luogo ideale in Italia dove visitarli. Ecco quindi i 6 labirinti  più affascinanti del Veneto. Sarà un viaggio insolito e molto suggestivo tra percorsi avvincenti e secolari geometrie vegetali.

proposta_di_matrimonio_in_gondola_venezia Proposta di matrimonio in gondola 500€ | VENEZIA

 

maschere artigianali Venezia Workshop di 2 giorni maschere di Carnevale – VENEZIA

Labirinto Borges (Isola di San Giorgio Maggiore, Venezia)

«Non c’è bisogno di costruire un labirinto quando l’intero universo è un labirinto». Così Jorge Luis Borges riferiva nei suoi scritti rievocando questa immagine a lui tanto cara. In suo onore, a 25 anni dalla scomparsa, sull’isola di San Giorgio Maggiore di Venezia è stato progettato questo dedalo.

A comporne fisicamente il suo cognome, si dispongono migliaia di piante di bosso, un groviglio verde che osservato dall’alto si apre a immagine di libro.

All’interno del labirinto si incontrano oggetti che rimandano alle figure ricorrenti nei suoi scritti come il punto di domanda, gli specchi, due clessidre e la tigre. Vi è la possibilità di percorrerlo accompagnato da un’audioguida oppure ammirarlo dal campanile della Chiesa palladiana.

 

LAbirinto borges Ph. Fondazione Giorgio Cini. Via Visit Veneto.

Ph. Fondazione Giorgio Cini. Via Veneto.eu.

 

Labirinto di Valsanzibio (Galzignano Terme, Padova)

Galzignano Terme, tra gli spettacolari tratti definiti dai Colli Euganei, custodisce il seicentesco Giardino Monumentale di Valsanzibio. Il suo labirinto, uno dei più antichi del mondo, è il simbolo della difficile via che porta al progresso umano ed è tappa fondamentale del percorso di salvificazione progettato per questa verde oasi. Progettato dal fontaniere ed architetto Pontificio Luigi Bernini, la sua forma quadrata risale alla metà del XVII secolo e il suo tortuoso percorso è delimitato ancora oggi dalle originali siepi di bosso. Risulta facile perdersi tra i numerosi vicoli ciechi e i sette circoli viziosi legati ai vizi capitali.

 

labirinto valsanzibio via visit veneto

Via Veneto.eu.

 

Labirinto del Parco Giardino Sigurtà (Valeggio sul Mincio, Verona)

A Valeggio sul Mincio si trova un altro labirinto, incastonato nel Parco Giardino Sigurtà. Questo dedalo di 2500 metri quadrati è stato inaugurato nel 2011 e l’intricato percorso è delimitato da siepi di tasso alte più di due metri. Al centro si trova una torre sormontata da una cupola che si ispira a quella del parco di Bois de Boulogne di Parigi. Da lassù si può godere di un’appagante vista sulle sue particolari geometrie e intravedere anche il vicino Castello Scaligero di Valeggio. Il labirinto è stato progettato con la collaborazione di Adrian Fisher, il più noto designer di labirinti al mondo.

 

Vacanze slow sull’acqua in Veneto: le 5 esperienze migliori

 

Labirinto di Villa Pisani (Stra, Venezia)

A Villa Pisani di Stra, in provincia di Venezia, si trova invece quello viene da tutti riconosciuto come il labirinto più difficile al mondo. Pare che persino Napoleone Bonaparte non sia riuscito a superare la sfida rinunciando a terminare il percorso. La sua struttura settecentesca è a nove cerchi concentrici e al centro la torretta, con una doppia scala elicoidale, è sormontata dalla statua di Minerva. Il percorso è delimitato da siepi di bosso altissime.

 

labirinto villa pisani via veneto.eu

Via Veneto.eu.

 

Labirinti del Castello di San Pelagio (Due Carrare, Padova)

servizio_fotografico_veneziamaschera_carnevale Servizio fotografico esclusivo in costume – VENEZIA

 

maschere artigianali Venezia Laboratorio di maschere di carnevale veneziane – VENEZIA

 

Due i labirinti del parco storico del Castello di San Pelagio a Due Carrare, in provincia di Padova. L’atmosfera che regala quello del Minotauro si pone in perfetta armonia tra il noto mito di Icaro, legato al dedalo di Cnosso a Creta, e le maliziose vicende di gioco amorose tipiche delle ville venete. Il Labirinto del Forse che sì forse che no è dedicato invece a Gabriele d’Annunzio con un chiaro richiamo al titolo del suo romanzo. Si tratta di un groviglio univiario, privo di vicoli ciechi, che al centro presenta un gioco di specchi a duplicare la realtà osservata dal visitatore per evocare un ancor maggiore senso di straniamento.

 

labirinto san pelagio via veneto.eu

Via Veneto.eu.

 

Labirinto di Villa Giusti (Verona)

Siepi di bosso, una piccola forma quadrata ma un disegno complesso caratterizzano invece il labirinto di Villa Giusti, nel cuore di Verona. Inserito nel  cinquecentesco Giardino, questo dedalo è uno dei più antichi d’Europa: è stato infatti disegnato nel 1786 su un precedente labirinto cinquecentesco.  Forse pochi sanno che per la sua bellezza in passato era una delle mete preferite da scrittori, artisti e personaggi illustri come Cosimo De’ Medici, Mozart e Goethe.

Fonte: Veneto.eu.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]